Storia Descritta

Legami remoti - Unire le generazioni

L'impegno dell'organizzazione femminile di Britannia, a Londra, nel creare legami durante la pandemia

“Ed ecco, io vi dico queste cose affinché possiate imparare la saggezza; affinché possiate imparare che quando siete al servizio dei vostri simili, voi non siete che al servizio del vostro Dio” (Mosia 2:17).

Durante la pandemia, le persone hanno sofferto grandi perdite in tutto il mondo. I membri fedeli de La Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni non fanno eccezione. Il non sentirsi soli è una di queste grandi perdite. Il distanziamento sociale è in conflitto con la possibilità di incontrare amici, parenti e vicini con la stessa frequenza di prima. Questa è una nota dolente sia per i giovani che per i meno giovani. Cercando una soluzione, è nato il progetto Generation Link.

Candice MacAllister è la presidentessa della Società di Soccorso (un’organizzazione femminile) della congregazione per i giovani adulti di Britannia, a Londra (Regno Unito). Nel mezzo della pandemia, lei e le donne del gruppo si sono prefisse di trovare una soluzione al loro isolamento. Ha detto: “Londra è famosa per essere una città che fa sentire soli… Può essere molto difficile stabilire un legame”. Candice ha parlato al vescovo locale di quanto può essere difficile per i giovani adulti entrare in contatto con le altre generazioni. Anche altre donne della zona più avanti con l’età soffrivano per la solitudine causata dalla pandemia. Ha capito che il modo migliore per aiutare queste donne era di farle incontrare virtualmente tramite il progetto Generation Link.

Candice MacAllister
Candice MacAllister
Candice MacAllister — Presidentessa dell’organizzazione femminile2021 by Intellectual Reserve, Inc. All rights reserved.
Download Photo

Come parte di questo programma di coinvolgimento, le donne dell’organizzazione hanno dato inizio al dialogo e alle interazioni con le donne della loro zona più avanti con l’età. Ogni giovane adulta che desiderava partecipare è stata invitata a contattare una donna più anziana o una vedova. Tramite delle telefonate, ogni donna nella coppia ha scoperto dettagli della vita dell’altra e ha trovato compagnia in una situazione senza precedenti.

Martsie Webb, una partecipante al progetto, ha avuto l’opportunità di conoscere due donne, Mary Woods e Margaret Canham, che sono cresciute e si sono unite alla Chiesa insieme. Sono diventate amiche di una vita e durante la pandemia anche coinquiline, vivendo insieme alla mamma di Mary. Martsie ha fatto amicizia con loro durante il Progetto Generation Link e insieme a suo marito, il dirigente della congregazione, ha potuto conoscerle di persona a seguito dell’allentamento delle restrizioni legate al lockdown. Ha detto: “Pensando a quello che queste due [donne] ci hanno dato, il nostro servizio è stato pura gioia. Ho qualche tentennamento a definirlo ‘servizio’, perché siamo stati noi i beneficiari del loro amore cristiano”.

MaryMargaretDaphne
MaryMargaretDaphne
Mary Woods, Margaret Canham e Daphne Ellender2021 by Intellectual Reserve, Inc. All rights reserved.
Download Photo

Questo progetto ha unito donne con esperienze di vita molto diverse, portandole a conoscersi meglio a vicenda. Candice MacAllister ha detto: “Qualsiasi cosa tu possa dare verrà semplicemente moltiplicata. Non si può mai sapere che cosa significa per gli altri”. Servendosi a vicenda, ogni donna ha guadagnato un’amica virtuale affettuosa e inaspettata.

Guida allo stile:Quando fate un articolo sulla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nel menzionare per la prima volta il nome della Chiesa vi preghiamo di riportarlo per intero. Per ulteriori informazioni sull’uso del nome della Chiesa, consultate online la Manuale di stile.