Comunicato stampa

La Chiesa al convegno LIREC presso la Camera dei Deputati

L'Anziano Alessandro Dini-Ciacci propone due suggerimenti pratici a un convegno sul tema della libertà di religione e della sicurezza.

Lunedì 8 novembre, presso la nuova Aula del Palazzo dei Gruppi parlamentari a Roma, si è tenuto il convegno "Libertà di religione e sicurezza nello stato laico" organizzato da LIREC (Centro studi sulla libertà di religione credo e coscienza).

L'Anziano Alessandro Dini-Ciacci, Settanta di Area (Area Europa), che ha rappresentato La Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, ha detto: "Il cambiamento che chiediamo alle istituzioni deve partire dalla nostra casa". Ha invitato tutti i presenti a fare due cose concrete: 1) educare al rispetto dell'altro a partire dalla propria casa, non solo parlando di rispettare gli altri, ma rispettando gli altri, e 2) promuovere la libertà di religione e credo non solo per la propria fede ma per quella di ciascuno, inclusa la libertà di chi non professa alcuna religione.

Per guardare il video dell'intervento dell'Anziano Dini-Ciacci cliccare qui.

Il convegno, organizzato dalla dott.ssa Raffaella Di Marzio, presidente di LIREC, sotto l'egida dell'onorevole Stefano Ceccanti (deputato nell'attuale XVIII legislatura e già senatore della Repubblica nella XVI legislatura), si è sviluppato attorno al documento dell'OSCE Freedom of Religion or Belief and Security (libertà di religione o credo e sicurezza) che contiene le linee guida stabilite dall'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa come modello per gli stati nazionali da seguire in materia di libertà di religione per garantire la sicurezza.

Tra i vari ospiti e relatori c'erano accademici come il professore Gabriele Fattori, ordinario di Diritto canonico presso l'Università di Foggia, e Ambrogio Bongiovanni, direttore del Centro studi interreligiosi della Pontificia Università Gregoriana; rappresentanti delle istituzioni come il già onorevole Luigi Lacquaniti (deputato nella XVI legislatura) e Fabrizio Petri, presidente del Comitato interministeriale per i Diritti umani; rappresentanti delle comunità di fede come Ataul Wasih Taraiq, Imam della Comunità islamica Ahmadiyya; l'ex prefetto Giovanna Maria Iurato, della Direzione centrale per gli Affari dei Culti del Ministero dell'Interno; e la dott.ssa Anna Nardini ex consigliere dell'Ufficio del Segretario Generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.


 

Guida allo stile:Quando fate un articolo sulla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nel menzionare per la prima volta il nome della Chiesa vi preghiamo di riportarlo per intero. Per ulteriori informazioni sull’uso del nome della Chiesa, consultate online la Manuale di stile.