Comunicato stampa

Vedere l’aggiornamento di marzo 2021 al Manuale generale

È ora stato revisionato il 75% del manuale in inglese

La revisione della versione in inglese del Manuale generale de La Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, iniziata a febbraio 2020, è ora completa al 75%. L’ultima serie di aggiornamenti è stata pubblicata il 31 marzo 2021 e comprende quattro capitoli riscritti e altri sette capitoli con sezioni aggiunte o modificate.

General Handbook cover

Il testo in inglese è disponibile al pubblico online e nell’applicazione Biblioteca evangelica. Le versioni in altre lingue saranno disponibili nei prossimi mesi. La traduzione di alcune parti dei precedenti aggiornamenti del manuale è stata pubblicata a ottobre e novembre 2020 e a gennaio 2021. L’aggiornamento dell’intero manuale in inglese è previsto entro la fine di quest’anno.

I capitoli riscritti sono in linea con la struttura organizzativa del manuale basata sull’opera di salvezza e di Esaltazione. Quest’opera comprende: 1) vivere il vangelo di Gesù Cristo, 2) occuparsi dei bisognosi, 3) invitare tutti a ricevere il Vangelo e 4) unire le famiglie per l’eternità. Il contenuto è stato anche semplificato, ridotto e reso più adattabile per congregazioni di qualsiasi dimensione in tutto il mondo. I capitoli appena riscritti sono elencati di seguito.

  • Capitolo 6: “Vescovato”. Questo capitolo era precedentemente intitolato “Dirigenti di rione”. Il nome è cambiato per rispecchiarne meglio il contenuto. Riassume le responsabilità del vescovo nell’opera di salvezza e di Esaltazione.
  • Capitolo 23: “Condividere il Vangelo e rafforzare i membri nuovi e che ritornano”. Questo capitolo si concentra sull’amare gli altri e sulla condivisione del vangelo di Gesù Cristo.
  • Capitolo 24: “Raccomandazioni per i missionari e servizio missionario”. Questo capitolo contiene linee guida aggiornate sulla preparazione e sui requisiti necessari per il servizio missionario.
  • Capitolo 29: “Riunioni nella Chiesa”. Questo capitolo comprende brevi panoramiche su ogni tipo di riunione tenuta dalla Chiesa. Inoltre, spiega che i vescovi e i presidenti di palo possono autorizzare lo streaming delle riunioni e l’organizzazione di riunioni virtuali quando è appropriato farlo.

Altri contenuti nuovi e aggiornati

Un nuovo paragrafo sulle vaccinazioni (38.7.13) sottolinea nuovamente le indicazioni che la Prima Presidenza dà costantemente almeno dal 1978. “Le vaccinazioni somministrate da professionisti medici competenti proteggono la salute e preservano la vita”, dice il manuale. “I membri della Chiesa sono esortati a salvaguardare se stessi, i loro figli e la loro comunità attraverso la vaccinazione” (vedere anche questo articolo di gennaio 2021 sui dirigenti della Chiesa che ricevono il vaccino per il COVID-19).

È stata aggiunta una nuova sezione sulla frode di affinità (38.8.2) in cui si afferma che la pratica di sfruttare l’amicizia o una posizione di fiducia per trarre vantaggio economico a spese di un’altra persona è “un vergognoso tradimento della fiducia. Coloro che sono colpevoli di questa pratica possono essere soggetti a procedimenti penali. I membri della Chiesa che commettono frode di affinità possono anche essere soggetti a limitazioni alla loro appartenenza alla Chiesa o alla revoca di tale appartenenza. […] I membri non possono affermare o insinuare che i loro affari sono patrocinati o approvati dalla Chiesa o dai suoi dirigenti o che li rappresentano”.

Un’ulteriore direttiva sulla preparazione estrema o sul survivalismo (38.8.16) consiglia ai Santi degli Ultimi Giorni di essere saggi nel perseguire l’autosufficienza e la preparazione per le emergenze. La Chiesa sconsiglia “la preparazione estrema o eccessiva a possibili eventi catastrofici. […] Gli sforzi per prepararsi dovrebbero essere motivati dalla fede, non dalla paura. I dirigenti della Chiesa hanno consigliato ai membri di non indebitarsi per immagazzinare cibo. I membri dovrebbero piuttosto crearsi col tempo una scorta familiare e una riserva finanziaria”.

È stata aggiunta una nuova sezione sul rispetto delle restrizioni locali riguardanti la condivisione del Vangelo (38.8.37). Viene spiegato che i missionari della Chiesa “servono solo in paesi in cui sono ufficialmente riconosciuti e accolti dai governi locali. La Chiesa e i suoi membri rispettano tutte le leggi e tutti i requisiti relativi alle iniziative missionarie. Per esempio, in alcune parti del mondo, i missionari vengono mandati solo per svolgere servizio umanitario o altre missioni specializzate. Questi missionari non fanno proselitismo. In alcuni paesi la Chiesa non manda missionari”.

Guida allo stile:Quando fate un articolo sulla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nel menzionare per la prima volta il nome della Chiesa vi preghiamo di riportarlo per intero. Per ulteriori informazioni sull’uso del nome della Chiesa, consultate online la Manuale di stile.