Comunicato stampa

Uno sguardo al nuovo Manuale generale per i dirigenti e i membri della Chiesa

Congregazioni di ogni tipo e grandezza possono adattare alle proprie necessità i principi contenuti nel manuale

Il nuovo manuale per dirigenti e membri della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (annunciato a gennaio) è ora disponibile in inglese sia online che nell’applicazione Biblioteca evangelica. Nove dei trentotto capitoli sono stati completamente riscritti; una sezione di un altro capitolo è stata aggiornata. Leggi il sommario dei cambiamenti qui sotto. Consulta anche un elenco di domande comuni.

Il Manuale generale –Servire nella Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni sostituisce sia il Manuale 1 (per presidenti di palo e vescovi) sia il Manuale 2 (per tutti gli altri dirigenti). Il nuovo manuale, disponibile solo in versione digitale (tranne eccezioni per alcune aree del mondo), è accessibile a chiunque e sarà aggiornato secondo necessità, dandogli quella flessibilità necessaria per aiutare migliaia di dirigenti nel mondo ad adattare i vari programmi della Chiesa, le sue linee guida e le procedure alle circostanze locali in modo amorevole e con cura pastorale.

Nella versione appena pubblicata, circa l’80% del contenuto è stato ripreso dai manuali precedenti ed è stato riorganizzato con una struttura modificata. Perché sono stati riscritti soltanto nove capitoli? Dal momento che nel 2019 sono stati apportati svariati importanti cambiamenti (vedere per esempio qui e qui), i dirigenti della Chiesa hanno deciso di accelerare la produzione di un nuovo manuale unico invece di aggiornare le risorse precedenti.

[Un manuale digitale] permette di aggiornarlo man mano che viene ricevuta nuova rivelazione mentre la Chiesa si adatta alla sua crescita in tutto il mondo. —Anziano Perkins

“Il piano originale prevedeva di riscrivere il manuale completamente e di tradurlo. La data di pubblicazione sarebbe stata forse il 2022”, ha detto l’anziano Anthony D. Perkins, direttore esecutivo del Dipartimento della correlazione, che supervisiona la creazione del manuale. “Ma quando i primi capitoli sono stati terminati, la Prima Presidenza e il Quorum dei Dodici hanno sentito che era importante che fossero pubblicati quanto prima”. Vedere una lettera della Prima Presidenza sul nuovo manuale.

La Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni crede nella rivelazione continua ai profeti e agli apostoli.

“Questo significa, in poche parole, che la Chiesa è vera e vivente; e può cambiare”, ha detto l’anziano Perkins. “Il fatto che il manuale sia fondamentalmente digitale ci permette di aggiornarlo man mano che viene ricevuta nuova rivelazione mentre la Chiesa si adatta alla sua crescita in tutto il mondo”.

 
       

Molti uomini e donne Santi degli Ultimi Giorni non conoscevano i precedenti manuali della Chiesa, soprattutto il Manuale 1. Ciascuno dei capitoli aggiornati e oggi disponibili è fondato sui principi e ha un’applicazione ampia per tutti i membri della Chiesa.

“È importantissimo che i membri — sia uomini sia donne — capiscano che Dio ci sta dando il Suo potere imodo che possiamo andare e fare le cose che ci ha chiesto di fare”, ha detto la sorella Reyna I. Aburto della Presidenza generale della Società di Soccorso che è stata coinvolta da vicino nella creazione del nuovo manuale. “Ed ha anche delegato la Sua autorità a noi così che possiamo ricevere rivelazione e avere il Suo aiuto e la Sua guida in ogni passo”.

I nove capitoli aggiornati (tutti e 38 saranno rivisitati entro la fine del 2021) rispecchiano il nuovo tono e il nuovo approccio che sono oggetto di attenzione da molti anni.

“Se si pensa all’evoluzione del manuale negli ultimi cento anni, si nota che si è evoluto dall’essere una raccolta di procedure amministrative all’avere una voce pastorale”, ha detto l’anziano Perkins. “Significa che i manuali precedenti erano pensati per unità di grandi dimensioni — come per esempio quelle nello Utah — ma ora abbiamo bisogno di un manuale che possa funzionare anche per le unità più piccole”.

Dio ci sta dando il Suo potere così che possiamo andare e fare le cose che ci ha chiesto di fare. —Sorella Aburto

La sorella Aburto, originaria del Nicaragua, che fa parte del comitato che si riunisce di tanto in tanto per esaminare le parole del manuale, ha detto che il tono pastorale aiuterà i dirigenti in situazioni diverse a comprendere e ad applicare meglio i principi del manuale. Ha detto che la sua esperienza come traduttrice professionista è stata di particolare aiuto nel processo di revisione.

“Ho cercato di riconoscere i punti in cui nella traduzione — per esempio in quella dall’inglese allo spagnolo — la traduzione sarebbe stata complicata e difficile”, ha detto. “Ho cercato di assicurarmi che il linguaggio fosse chiaro in modo che, una volta tradotto, il significato reale risultasse anche nella traduzione”.

Il manuale è in corso di traduzione in 51 lingue. I dirigenti della Chiesa nelle congregazioni non di lingua inglese dovranno continuare a usare i vecchi manuali fino a quando la nuova versione non sarà disponibile nella loro lingua.

Un altro vantaggio del formato digitale è che viene incontro a diversi stili di apprendimento.

“Alcuni imparano leggendo, altri guardando”, ha detto l’anziano Perkins. “Per questo motivo il manuale conterrà collegamenti a video che mostrano come fare una determinata cosa”.

Segue un riassunto dei nuovi contenuti del manuale. Consulta anche questo elenco di domande comuni.

Sommario dei nove capitoli riscritti

1: Il piano di Dio e il tuo ruolo nell’opera di salvezza e di Esaltazione

Questo capitolo è nuovo e aiuta i Santi degli Ultimi Giorni a comprendere il piano di felicità di Dio, l’opera di salvezza e di Esaltazione (il concetto ispiratore del Manuale generale) e lo scopo della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni.

2: Sostenere individui e famiglie nell’opera di salvezza e di Esaltazione

Ai membri della Chiesa viene insegnato il ruolo della famiglia nel piano di Dio, il ruolo centrale della casa nell’opera di salvezza e di Esaltazione, e il rapporto tra la casa e la Chiesa.

3: Principi del sacerdozio

Dirigenti e membri imparano di più cosa sia il sacerdozio, da dove viene, e come funziona e benedice la vita delle persone. Ciò include la verità che tutti i membri della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, senza riguardo al sesso o all’incarico nella Chiesa, esercitano autorità del sacerdozio delegata quando è data loro un’opportunità formale di servire. “Tutti i membri della Chiesa che osservano le alleanze — donne, uomini e bambini)  — sono benedetti con il potere del sacerdozio di Dio nella propria casa che permette loro di rafforzare se stessi e la loro famiglia.

4: Essere dirigenti nella Chiesa di Gesù Cristo

Ai membri vengono insegnati i principi relativi all'essere un dirigente simile a Cristo, compreso come prepararsi spiritualmente, consigliarsi a vicenda e rafforzare l’unità con gli altri nella propria congregazione e l’importanza di delegare.

15: Seminari e Istituti di Religione

Questo capitolo illustra i programmi della Chiesa del Seminario (istruzione religiosa per adolescenti) e dell’Istituto (istruzione religiosa per giovani dai 18 ai 30 anni). Il testo inoltre indirizza il lettore al sito si.ChiesadiGesuCristo.org per ulteriori informazioni sulle scuole di istruzione primaria e secondaria della Chiesa, su BYU–Pathway Worldwide e su altre istituzioni di istruzione superiore.

18: Ordinanze e benedizioni del sacerdozio

Questo capitolo comprende collegamenti a risorse e video istruttivi che mostrano come celebrare varie ordinanze della Chiesa. Con il tempo saranno aggiunti altri video.

32: Pentimento e Consigli di appartenenza alla Chiesa

Questo capitolo (in precedenza noto come “Disciplina della Chiesa”) contiene revisioni significative. Guida i dirigenti in modo più sequenziale attraverso decisioni chiave e azioni necessarie per aiutare le persone a pentirsi di peccati gravi. Questo capitolo inoltre si occupa di come aiutare a proteggere gli altri da coloro che pongono un rischio fisico o spirituale.

Alcuni termini chiave sono cambiati. I consigli di disciplina ora si chiamano “Consigli di appartenenza alla Chiesa”. Come in passato, questi consigli sono un’espressione di amore, di speranza e di interesse, e hanno lo scopo di aiutare i Santi degli Ultimi Giorni nel percorso di pentimento. Inoltre, invece di essere “sospesi”, ora i membri ricevono “limitazioni formali all’appartenenza”; la scomunica invece ora si chiama “revoca dell’appartenenza alla Chiesa”.

“L’idea dietro questi cambiamenti terminoligici è di assicurarci che comprendiamo che quando facciamo un errore nella nostra vita il Signore ci tende sempre le Sue braccia misericordiose”, ha detto la sorella Aburto.

36: Creazione, modifica e assegnazione di un nome alle nuove unità

Questo capitolo fornisce linee guida sulla creazione di pali, rioni e rami, e su cambiamenti che li riguardano.

37: Pali, rioni e rami specializzati dedicati

In questo capitolo dirigenti e membri trovano i paramenti per creare pali, rioni e rami per rispondere alle necessità di gruppi specifici. Tra le varie necessità contemplate ci sono: persone che parlano una lingua diversa, studenti, persone non sposate, persone che vivono in strutture di accoglienza o che hanno esigenze particolari.

Sezione aggiornata

38.6: Direttive e linee guida della Chiesa

Qui sono illustrate le direttive e le linee guida della Chiesa su svariate questioni morali. Alcune direttive sono nuove, altre sono state aggiornate e altre ancora potrebbero essere aggiornate in futuro. Queste direttive morali comprendono: interruzione volontaria di gravidanza, maltrattamento, inseminazione artificiale, controllo delle nascite, pedopornografia, incesto, fertilizzazione in vitro, matrimoni tra persone dello stesso sesso, educazione sessuale, abuso sessuale, genitori non sposati che aspettano un bambino, donazione di sperma, suicidio, sterilizzazione chirurgica, maternità surrogata e persone transgender (nuova voce). Contestualmente il contenuto del sito Internet Mormon and Gay è stato spostato in una nuova sezione di ChiesadiGesuCristo.org con un nuovo indirizzo. Su ChiesadiGesuCristo.org è disponibile anche una nuova sezione dedicata alle persone transgender.

“Ci sono alcune direttive su questioni morali che abbiamo messo per iscritto e che chiariscono la posizione della Prima Presidenza e [del Quorum] dei Dodici [Apostoli]”, ha detto l’anziano Perkins. “Una di queste nuove direttive riguarda le persone che si identificano come transgender. Il motivo per il quale la direttiva è stata aggiunta è che c’è stato un aumento di domande da parte dei vescovi e dei presidenti di palo che si chiedono: ‘Cosa può fare una persona transgender? Quali sono le linee guida?’ La direttiva stabilisce che tutti sono benvenuti a partecipare alle nostre riunioni e che dovremmo creare un ambiente caldo e accogliente per tutti, anche per coloro che si identificano come transgender. Allo stesso tempo, la direttiva chiarisce che alcune delle cose che facciamo nella Chiesa sono strettamente legate al genere sessuale”.

I dirigenti della Chiesa continueranno a rivedere e ad aggiornare, secondo necessità, le direttive e le linee guida contenute nel Manuale.

Guida allo stile:Quando fate un articolo sulla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nel menzionare per la prima volta il nome della Chiesa vi preghiamo di riportarlo per intero. Per ulteriori informazioni sull’uso del nome della Chiesa, consultate online la Manuale di stile.