Mormon Newsroom
Comunicato stampa

Il 2021 in rassegna

Uno sguardo all’ultimo anno della Chiesa di Gesù Cristo

Nel 2021, La Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni ha continuato a mettere in pratica il comandamento di Gesù di amare Dio e il prossimo. Latter-day Saint Charities e i Santi hanno portato soccorso a milioni di bisognosi. I dirigenti e i missionari della Chiesa hanno condiviso la speranza di Cristo in tutto il mondo. Le opportunità di culto nelle case del Signore si sono ampliate, aiutando le persone a creare un legame più profondo con gli antenati.

Di seguito sono riportati gli eventi salienti di un altro anno pieno di impegni nell’aiutare le persone di ogni dove a sentire l’amore di Cristo.

Sollevare le mani stanche, rafforzare le ginocchia fiacche: gli aiuti umanitari della Chiesa

La Chiesa ha intrapreso ben 575 progetti collegati al COVID-19 in 74 paesi. La Chiesa ha soddisfatto necessità di tutti i tipi in Australia, a Beirut, in Botswana, in Brasile, in Europa, in Florida (USA), ad Haiti, alle Hawaii (USA), in Honduras, a Hong Kong, nell’Idaho (USA), in India, in Louisiana (USA), in Missouri (USA), nella Nazione Navajo, a New York (USA), a Panama, in Paraguay, nelle Filippine, in Qatar, in Sudan, in Siria, in Texas (USA), nello Utah (USA) e altrove.

Quest’opera ha fornito vaccini contro il COVID-19 COVID-19 vaccinesa milioni di persone, ha sfamato tantissimi bambini affamati, ha assistito nel reinsediamento dei profughi, ha aiutato gli immigrati a vivere una vita migliore, ha procurato donazioni di sangue e molto altro.

 
Vieni, ascolta la voce di un profeta: i messaggi del presidente Nelson

Dall’inizio alla fine, i messaggi del presidente della Chiesa Russell M. Nelson si sono concentrati sul Salvatore del mondo. Nella settimana che ha preceduto la Pasqua, egli ha invitato le persone a fare qualcosa per seguire gli insegnamenti di Cristo. Alle conferenze generali di aprile e di ottobre, ha incoraggiato gli ascoltatori ad accrescere la fede, a cercare la verità pura, a rafforzare le fondamenta spirituali e a trovare più tempo per Dio. A giugno ha annunciato iniziative didattiche e umanitarie congiunte con la National Association for the Advancement of Colored People (NAACP). A Natale, ci ha chiesto di “fare spazio nel [nostro] cuore per chi attorno a [noi] potrebbe far fatica a vedere la luce del Salvatore e a sentire il Suo amore”.

Atti degli Apostoli

La Prima Presidenza e il Quorum dei Dodici Apostoli sono stati attivi duranti tutto l’anno. La Prima Presidenza ha ospitato svariati capi politici e religiosi nella Piazza del Tempio. Con l’alleggerimento delle restrizioni relative al COVID-19, i membri del Quorum dei Dodici hanno attraversato il mondo per incontrare leader civici e religiosi, oltre ai Santi degli Ultimi Giorni. Il presidente M. Russell Ballard, presidente facente funzione dei Dodici, si è unito agli anziani Jeffrey R. Holland e Quentin L. Cook nel loro ministero in Inghilterra. L’anziano David A. Bednar ha trascorso una settimana in Medio Oriente. L’anziano Ronald A. Rasband, invece, ha rappresentato la Chiesa al Forum interreligioso del G20 a Bologna.

Come hanno servito le sorelle

Anche le nove donne che guidano le organizzazioni della Chiesa della Società di Soccorso (per le donne dai 18 anni in su), delle Giovani Donne e della Primaria (per i bambini) sono state impegnate nella condivisione del vangelo di Gesù Cristo.

La sorella Jean B. Bingham e la sorella Sharon Eubank della presidenza generale della Società di Soccorso hanno visitato un campo profughi in Iraq e i santi degli ultimi giorni in Egitto. La sorella Bingham ha incontrato Jill Biden, la first lady degli Stati Uniti, e ha condiviso un messaggio con le donne in occasione del 179° anniversario della Società di Soccorso. La sorella Eubank, che è a capo di Latter-day Saint Charities, ha parlato ai legislatori della California dell’importanza del volontariato nella gestione delle calamità. Ha anche partecipato a conferenze in Inghilterra (virtualmente) e a Roma. La sorella Camille N. Johnson della presidenza generale della Primaria si è unita alla sorella Bingham per un ministero virtuale in Asia.

La casa del Signore: come è cresciuto il culto reso nei templi

Il presidente Nelson ha annunciato la costruzione di 34 nuovi templi che saranno realizzati negli anni a venire in tutto il mondo. Nel corso del 2021, i templi in funzione hanno gradualmente ampliato le opportunità di rendere il culto con l’alleggerirsi delle restrizioni relative alla pandemia. Si tratta di sviluppi significativi perché ogni tempio è una casa del Signore: il luogo più sacro sulla terra. Le cerimonie che avvengono all’interno di ogni tempio insegnano lo scopo della vita e uniscono le famiglie, passate e presenti, per l’eternità.

Nel 2021, i dirigenti della Chiesa hanno dedicato tre templi (a Winnipeg, in Canada; a Pocatello, in Idaho; e a Mesa, in Arizona) e hanno avviato i lavori per altri 15.

Guida allo stile:Quando fate un articolo sulla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nel menzionare per la prima volta il nome della Chiesa vi preghiamo di riportarlo per intero. Per ulteriori informazioni sull’uso del nome della Chiesa, consultate online la Manuale di stile.