Comunicato stampa

Annunciati venti nuovi templi e una nuova presidenza generale della Primaria alla conferenza generale di aprile 2021

Tre nuovi templi in Europa: Bruxelles, Oslo e Vienna

Durante la 191a conferenza generale di aprile de La Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, tenutasi sabato 3 e domenica 4 aprile 2021 nel Centro delle conferenze a Salt Lake City, Utah (USA), sono stati fatti i seguenti annunci: nuove Autorità Generali, una nuova presidenza generale della Primaia e 20 nuovi templi.

 

Giovedì 1 aprile si è tenuta una riunione di addestramento per i dirigenti a cui hanno partecipato, di persona o da remoto, circa 300 tra Autorità Generali, funzionari generali e Settanta di area. La Prima Presidenza e il Quorum dei Dodici Apostoli hanno istruito i dirigenti della Chiesa.

Russell M. Nelson, Presidente della Chiesa, ha detto che durante la pandemia “abbiamo scoperto di non dover salire su un aereo per portare la nostra testimonianza nel mondo”. Ha detto che infatti nel 2020 le parole dei dirigenti della Chiesa “hanno raggiunto un numero di persone senza precedenti”. Il presidente della Chiesa ha anche sottolineato che nel 2020 gli aiuti umanitari della Chiesa sono cresciuti. Queste le parole con cui ha descritto l’assistenza fornita dalla Chiesa: “Il contributo di tempo, denaro e servizio personale è stato offerto in uno spirito di generosità e amore per coloro che erano nel bisogno in 152 paesi”. Prima di istruire i presenti, sono stati presentati i nomi di 77 nuovi Settanta di area per il voto di sostegno.

Durante la sessione del sabato pomeriggio è stata annunciata la chiamata di 11 nuovi dirigenti. Queste chiamate comprendono 8 Settanta Autorità Generali e una nuova presidenza generale della Primaria.

I Settanta Autorità Generali servono nella Presidenza dei Settanta, nelle presidenze di area e in incarichi amministrativi presso la sede centrale della Chiesa. Sotto la direzione del Quorum dei Dodici Apostoli, viaggiano spesso per incontrare e istruire i dirigenti della Chiesa, i missionari e i membri nei loro paesi. Hanno l’autorità di servire ovunque nel mondo, mentre solitamente l’autorità dei Settanta di area è limitata all’area in cui servono.

I nuovi Settanta Autorità Generali sono gli anziani: Sean Douglas, Michael Dunn, Clark G. Gilbert, Patricio M. Giuffra, Alfred Kyungu, Alvin F. Meredith III, Carlos G. Revillo jr e Vaiangina Sikahema.

La presidenza della Primaria supervisiona l’organizzazione della Chiesa che insegna il vangelo di Gesù Cristo ai bambini dai 18 mesi agli 11 anni e li aiuta a metterne in pratica i principi. Questi dirigenti servono sotto la direzione della Prima Presidenza e viaggiano spesso per aiutare a dirigere e a sostenere i bambini e i loro dirigenti locali. La nuova presidenza generale della Prima è formata dalle sorelle Camille N. Johnson, presidentessa, da Susan H. Porter, prima consigliera, e da Amy Wright, seconda consigliera.

Gli anziani Robert C. Gay e Terence M. Vinson sono stati rilasciati dalla presidenza dei Settanta con effetto dall’1 agosto 2021. Gli anziani Paul V. Johnson, che ha servito come presidente dell’Area Europa, e Mark S. Palmer sono stati chiamati a servire nella presidenza dei Settanta.

La sessione della domenica mattina, definita la sessione di Pasqua della Conferenza generale, è stata indubbiamente internazionale, riflesso di una chiesa mondiale. È stata trasmessa da un numero di stazioni radio e tv senza precedenti in ogni angolo della terra, raggiungendo milioni di persone. Ciascun oratore di questa sessione rappresentava un paese diverso e la musica preregistrata è stata eseguita da una varietà di cori da diverse parti del mondo che hanno cantato nella loro lingua madre.

Il presidente Russell M. Nelson ha attestato ai tanti riuniti per la sessione della domenica mattina che il vangelo restaurato di Gesù Cristo porta speranza a un mondo diviso e provato.

“Miei cari fratelli e mie care sorelle, questa mattina di Pasqua io vi chiedo di accrescere la vostra fede a partire da oggi”, ha detto il presidente della Chiesa. “Tramite la vostra fede, Gesù Cristo aumenterà la vostra capacità di spostare le montagne della vostra vita, anche se incombono su di voi difficoltà personali grandi come il monte Everest”.

All’ultima sessione della conferenza, il presidente Russell M. Nelson ha annunciato la decisione di costruire 20 nuovi templi nel mondo, tre dei quali in Europa. Ecco dove saranno costruiti i nuovi templi:

  • Oslo, Norvegia
  • Bruxelles, Belgio
  • Vienna, Austria
  • Kumasi, Ghana
  • Beira, Mozambico
  • Città del Capo, Sudafrica
  • Singapore, Repubblica di Singapore
  • Belo Horizonte, Brasile
  • Cali, Colombia
  • Querétaro, Messico
  • Torreón, Messico
  • Helena, Montana
  • Casper, Wyoming
  • Grand Junction, Colorado
  • Farmington, New Mexico
  • Burley, Idaho
  • Eugene, Oregon
  • Elko, Nevada
  • Yorba Linda, California
  • Smithfield, Utah
GCApril2021EUA_temples

Si tratta del secondo numero più alto mai annunciato nello stesso momento in tutta la storia della Chiesa. Alla conferenza generale di aprile 1998, l’allora presidente della Chiesa, Gordon B. Hinckley (1910–2008), annunciò la costruzione di 32 nuovi templi sebbene non fornì l’elenco dei luoghi di costruzione.

Nei tre anni in cui ha servito come presidente de La Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni il presidente Nelson ha annunciato fino a oggi la costruzione di 69 nuovi templi.

La Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni ha 251 templi tra quelli annunciati, quelli attualmente in costruzione e quelli già operativi.

Guida allo stile:Quando fate un articolo sulla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nel menzionare per la prima volta il nome della Chiesa vi preghiamo di riportarlo per intero. Per ulteriori informazioni sull’uso del nome della Chiesa, consultate online la Manuale di stile.