Ulteriori risorse

I missionari ritornati possono scegliere di condividere le informazioni di contatto con i dirigenti della missione in Strumenti per i membri

Missionaries
Missionaries
Ex missionari che hanno servito dal 2000 possono scegliere di consentire ai loro dirigenti di missione di visualizzare i loro recapiti in Strumenti per i membri.© 2021 by Intellectual Reserve, Inc. All rights reserved.
Download Photo

 
Santi degli Ultimi Giorni che hanno svolto una missione per La Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni dal 2000 possono facilmente condividere i loro recapiti con i loro ex dirigenti di missione tramite un nuovo Elenco di missione nell’applicazione Strumenti per i membri.

Scegliendo di essere inserito in questa rubrica in Account dei membri, un ex missionario consente ai dirigenti di missione di vedere il suo nome (compreso il cognome da nubile e quello da sposata), l’immagine avatar, i numeri di telefono individuali e familiari, e gli indirizzi e-mail. I dirigenti di missione possono usare queste informazioni per comunicare più facilmente con i missionari sia individualmente che in gruppo. I missionari non potranno vedere le informazioni dei dirigenti della missione da Strumenti per i membri, né le informazioni su altri missionari.

returned-missionaries
returned-missionaries
Ex missionari che hanno servito dal 2000 possono scegliere di consentire ai loro dirigenti di missione di visualizzare i loro recapiti in Strumenti per i membri.© 2021 by Intellectual Reserve, Inc. All rights reserved.
Download Photo

 
“Speriamo che gli ex dirigenti di missione e gli ex missionari trarranno vantaggio da questa meravigliosa opportunità di rimanere connessi, perché questi rapporti sono importanti per entrambi”, ha detto l’anziano Marcus B. Nash, Settanta Autorità generale e direttore esecutivo del Dipartimento missionario. “Una missione è piena di esperienze che cambiano la vita e questi rapporti possono continuare a benedire, istruire e rafforzare i missionari, i dirigenti di missione, le loro famiglie, coloro a cui hanno insegnato e tutta la Chiesa, se mantenuti in vita”.

Strumenti per i membri condivide i recapiti attualmente elencati nei registri della Chiesa di una persona, quindi coloro che sono interessati a essere inseriti in questa rubrica dovrebbero assicurarsi che le informazioni nel loro Account dei membri siano aggiornate.

I documenti di alcuni missionari potrebbero non apparire nella rubrica a causa della mancanza di dati sulla missione o di recapiti. Se non vedi le tue informazioni o hai bisogno di indicazioni su come essere inserito nella rubrica, guarda le domande comuni su Come aiutare i missionari e i dirigenti a rimanere connessi..

Riunioni di missione, e-mail, notiziari, social media e software per riunioni virtuali come Zoom sono alcuni dei metodi che molti presidenti di missione stanno già utilizzando per mantenere rapporti di missione speciali.

Leif Erickson e sua moglie, Linda, hanno servito come dirigenti della Missione di Lusaka, nello Zambia, in Sudafrica Centro dal 2013 al 2016. Gli Erickson e molti dei missionari con cui hanno servito hanno un gruppo Facebook in cui condividono foto, pensieri, ricordi e aggiornamenti su ciò che sta accadendo nella loro vita. “Non ci sono tutti i nostri missionari, quindi siamo lieti di avere qualcosa patrocinato dalla Chiesa che ci permette di tenerci in contatto nel corso degli anni”, ha detto Erickson.

Mission-leaders
Mission-leaders
Leif e Linda Erickson, che hanno servito come dirigenti di missione dal 2013 al 2016, posano con i missionari nella Missione di Lusaka, Zambia, in Sudafrica centro. Fotografia pubblicata per gentile concessione di Leif Erickson.All rights reserved.
Download Photo

 
La maggior parte dei missionari degli Erickson all’epoca proveniva dall’Africa, il 40% proveniva dal Nord America e il 10% dall’Europa e dalle isole del Pacifico, quindi una riunione di missione tradizionale è accessibile solo fisicamente per una piccola percentuale di loro.

Man mano che gli sviluppi tecnologici, dei social media e delle applicazioni e dei programmi che permettono ai collegamenti di essere più inclusivi, “è molto bello vedere la Chiesa ne fa uso e fornire una piattaforma duratura per far sì che ciò accada”, ha detto Erickson. “[L’elenco della missione] è fisicamente e praticamente efficiente, ma riconosce anche formalmente che questi rapporti sia per i missionari che per i dirigenti di missione possono essere rapporti gratificanti e duraturi”.

L’importanza di rimanere in contatto

“I legami che i missionari e i dirigenti di missione creano durante il loro servizio possono continuare a essere una fonte di forza e di sostegno nell’affrontare le difficoltà della vita”, ha detto l’anziano Michael T. Ringwood, Settanta Autorità generale e direttore esecutivo del Dipartimento del sacerdozio e della famiglia.

“Un presidente di missione è come un padre che ama tutti i suoi missionari allo stesso modo”, ha detto Mark Peterson, che ha servito con sua moglie Randy nella Missione di Busan, Corea, dal 1987 al 1990. Nel corso degli anni ha usato e-mail, social media e altre tecnologie disponibili per tenersi in contatto con gli amici della missione. Anche se avrebbe accolto con piacere i contatti con ogni missionario con cui ha servito, “alcuni missionari hanno bisogno di più contatti di altri”, ha detto.

“Uno dei miei rapporti più forti è quello con un missionario il cui padre è morto in Vietnam. Siamo ancora in contatto e la settimana scorsa mi è addirittura venuto a far visita”.

mission-leadersDownload Photo

 
Erickson e Peterson hanno entrambi riconosciuto che, per alcuni missionari ritornati, l’attività nella Chiesa può avere alti e bassi nel corso degli anni.

“Alcuni avranno pensieri in evoluzione sulla religione e sul ruolo della religione nella lorovita”, ha detto Erickson. “Conosciamo il Buon Pastore e conosciamo il Suo amore, la Sua perseveranza e la Sua pazienza duraturi. [Egli ci ha] fornito questa esperienza di vita per farci superare domande, errori e difficoltà. Il nostro amore per i nostri missionari è duraturo man mano che maturano, cambiano e crescono. Amiamo ognuno di loro per quello che è”.

Il contatto tra i dirigenti di missione e i singoli missionari incoraggia anche i missionari a rimanere in contatto tra loro, ha detto Erickson. Amano condividere notizie sui figli, sui matrimoni e sui successi professionali. Per esempio, uno dei suoi missionari sudafricani è riuscito a diventare uno chef. “Vedere il sogno della sua vita e far vedere a tutti i missionari questo e condividere la gioia del suo successo è una vera gioia e una vera benedizione”.

Mentre gli ex missionari affrontano inevitabili delusioni riguardo all’istruzione, a difficoltà economiche e ad altri problemi, anche le speciali amicizie missionarie possono essere d’aiuto.

Gli Erickson hanno sperimentato tale sostegno nel 2020 mentre Linda Erickson era in cura per il cancro. “Molti dei nostri missionari pregavano per lei, la aiutavano e le facevano sentire il loro amore”, ha detto Erickson. “Traiamo grande forza spirituale dai nostri ex missionari che si prendono cura di mia moglie e pregano per lei”. Di contro, il suo senso di gioia e ottimismo per la vita e per il vivere in questo momento è per loro un’ispirazione continua. “È una gioia”, ha detto.

Mantenere i contatti con gli ex missionari continua a benedire gli Erickson e i Peterson.

“Le esperienze missionarie sono tra i momenti più memorabili di fede, devozione e consacrazione”, ha detto Erickson. È difficile trovare le parole per condividere queste esperienze con persone che non le hanno vissute. Quando sei collegato ai tuoi missionari, ti ricordi. Ti ricordi del Signore, della Sua bontà, della Sua opera e del modo in cui il nostro servizio è stato benedetto. Stare con i nostri missionari è fonte di ispirazione”.

Peterson ha detto che essere in grado di tenersi in contatto con molti dei missionari con cui ha servito è stata una benedizione. “Mi piace molto. C’è un rapporto davvero speciale tra il presidente di missione e i suoi missionari.

I dirigenti di missione precedenti e attuali riceveranno notifiche in-app in Strumenti per i membri per ricordare loro che possono connettersi con i loro ex missionari e per far loro sapere chi ha recentemente accettato di essere reperibile. Possono anche inviare e-mail agli ex missionari direttamente da Strumenti per i membri.

Guida allo stile:Quando fate un articolo sulla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nel menzionare per la prima volta il nome della Chiesa vi preghiamo di riportarlo per intero. Per ulteriori informazioni sull’uso del nome della Chiesa, consultate online la Manuale di stile.